martedì 24 giugno 2014

Sbirciando tra i “bankables” di Hollywood.

   "Prima lettore che scrittore", il blogger che legge qua e là trova anche spunti per scrivere e dire la sua.
Mi ha colpito abbastanza la classifica che la rivista Ciak (giugno c.a.) propone per una Top 20 delle stars più redditizie al momento nel cinema di Hoollywood.
Andando a vedere chi c'è, troviamo con (mia) sorpresa Shailene Woodley, scritturata per il ruolo di Tris in Divergent (fino al 2017), che vale oggi 40 milioni di dollari, seguita da Benedict Cumberbatch (12 anni schiavo, I segreti di Osage County) che, indubbiamente, mi sorprende molto meno. Attendendolo specialmente in Lo Hobbit: la battaglia delle cinque armate, lo vediamo in soglia 20/40 milioni.
Posto in lista al filmmaker titolare della società di produzione hitRECord, Joseph Gordon-Levitt (atteso in Sin City: Una donna per cui uccidere), che muove dai 20 ai 25 milioni.
Seguono Adam Arkapaw (super serie tv True detective) e Megan Ellison (pluri-nominata agli Oscar con American Hustle e Her): entrambi stanno vedendo salire le loro quotazioni grazie agli imminenti impegni.
Grande Jennifer Lawrence che segna per i suoi film un rapporto spesa/incasso 1 a 68, il che la rende tra le più bankable di Hollywood (ma questo non dovrebbe sorprendere nessuno ormai).
Ci sono poi Adam Driver, presumibile villain in Star Wars 7, Dakota Johnson che con 50 sfumature di grigio ha mosso incassi che le permettono di stare tra le stars in vetta, Oscar Isaac (A proposito di Davis), che vede salire le sue quotazioni con l'ingresso nel cast di Star Wars 7.
Si distingue in lista Josh Whedon che con gli incassi da capogiro per The Avengers, muove la modica cifra di 250 milioni, ma c'è anche Gareth Edwards che col suo Godzilla va in soglia 50 milioni. Bryan Cranston (Godzilla) va in quotazione 25 milioni. Jennifer Lee, con il suo Frozen, è in lista assieme a Xavier Dolan, circoscritto ancora al mercato francese ma promettente, e a Tom Hardy, quota 50 milioni conquistati con Inception, Il Cavaliere oscuro - il Ritorno e la Talpa.
Seguono Denis Villeneuve, che con Prisoners prende un posto in classifica, Duncan Jones, che convince nella regia per Source Code e si aggira sui 20/50 milioni, e Ryan Gosling, che ha posto d'onore in soglia 50/80.
Ci piacciono tra i "Top bankables" Steven Price e Tom Hiddleston, compositore il primo (colonna sonora Gravity) ed elegantissimo interprete il secondo che non poteva mancare, tenuto stretto dalla Marvel e che vanta ben 40 milioni.
   Personalmente ho scoperto con piacere nomi che non credevo potessero trovarsi tra i più “redditizi” e ho trovato in lista nomi sui quali avrei scommesso ad occhi chiusi. Il futuro decreterà certamente per alcuni la permanenza o meno in lista, e vedremo quali altri artisti, che siano interpreti, registi o altro, saranno accompagnati dalla dicitura d'oro “bankable”.

Fonte per i dati di questo post: rivista Ciak N.6 giugno 2014.

Nessun commento:

Posta un commento