lunedì 28 luglio 2014

The Skeleton Key. Tenere o buttare? Tenere.

   Non male il quartetto diretto nel 2005 da Iain Softley (K-Pax, 2001, Inkheart, 2008). Loro erano Kate Hudson, Gena Rowlands, John Hurt e Peter Sarsgaard, e il film era The Skeleton Key, pellicola catalogabile più come Mystery che come Horror, ma che comunque non si fa ricordar proprio male. 

http://www.imdb.com/title/tt0397101/?ref_=ttmi_tt   Esoterismo, occulto, credenze, Voodoo... insomma le basi per un filmetto strutturato c'erano tutte e il risultato non è stato male. Lo rilancio tra le pellicole di qualche anno e delle quali non sento parlare molto ma che, a mio parere almeno, valgono la pena di essere ritirate fuori ogni tanto.
Sceneggiatura sapiente di Ehren Kruger (Transformers 2009-2011 e The Ring), il film era in nomina agli Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films Usa e agli Empire Awards, UK, sempre nel 2006 ma non ha portato a casa i premi.
   Buona cadenza registica e impatto emotivo indotto, anche se non particolarmente eclatante, comunque all'altezza delle aspettative. Punto di forza del film é stata di certo Gena Rowlands, anche se la giovane Kate non se l'è cavata affatto male. La nota che ha conferito tinte interessanti al film é stata la bellezza delle immagini in bianco e nero degli spezzoni in analessi e il 33 giri con un sonoro “old” niente male.

martedì 22 luglio 2014

"Ciao Smilzo, ci vediamo! ohoh!". Era: Navigator.

http://www.imdb.com/title/tt0091059/?ref_=ttawd_awd_tt
   Sarà che l'estate invita a ripescare dal passato pellicole semi-impolverate, ma rilancio ancora gli anni '80 con uno dei cult della fantascienza leggera: Navigator (Flight of the Navigator, 1986).
Noi, delle classi '70 e '80 di sicuro ce la siamo spassata con questo film, che è stato di una simpatia e di un'originalità degne di memoria. Leggero ma ben strutturato, che offriva avventura unita ad una storia di amicizia e di legami familiari a giuste dosi.
Diretto dal Randal Kleiser di Grease e Laguna Blu, e interpretato dal ragazzino talento del momento Joey Cramer, Navigator è stato un piccolo film di culto che si é comportato molto bene all'epoca. 
E "Max", quella figura aliena (in stile lampada da dentista), con la voce originale di Paul Reubens (in Nightmare Before Christmas doppiava Lock), era pazzo al punto giusto e andava come il cacio sui maccheroni in una pellicola per ragazzi e famiglie alla quale abbiamo voluto bene.
Una giovane (e almeno, al tempo bella) Sarah Jessica Parker era nel cast e ricopriva un ruolo amico e, alla fine, anche non proprio del tutto marginale.
   Ricordo positivo per quella nave spaziale lucente che mutava forma a seconda della velocità, e voto super positivo allora per Navigator che ha ricevuto anche più di una nomina, senza vittoria purtroppo, nel 1987, agli Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films. 
Per l'occasione includo nel post anche la mia rubrica dei CineEvergreen con la mitica battuta di Max al "cicciabomba" del distributore di carburante:

"Ciao Smilzo, ci vediamo! ohoh!"




lunedì 14 luglio 2014

Begin Again in Italia da ottobre. Potenzialmente interessante.

   Nonostante non faccia grande tifo per le commedie romantiche, penso che darò un pochino di fiducia a Begin again, pellicola che arriverà nelle sale italiane il 16 ottobre. 

http://beginagainfilm.com/#/home

   L'irlandese John Carney (Once, 2006) dirige Keira Knightley e Mark Ruffalo in un dramma “musicale” che li vede coinvolti nella ricerca del successo e, inevitabilmente, dell'amore. Interessante la figura di Ruffalo, talent-scout senza lavoro che scopre in un locale di New York Gretta, cantautrice mollata dal fidanzato appena giunto all'apice della carriera. 
Nel cast Adam Levine, frontman dei Maroon 5, nelle vesti del fidanzato bramoso di fama, Hailee Steinfeld e Catherine Keener.
   La promessa di un piacevole cocktail drama-comedy-romance rende il film potenzialmente interessante, contando anche un soundtrack che dovrebbe ben supportare una pellicola musicale degna del genere. 
Gradiremo tra l'altro l'interpretazione della Knightely che si cimenta in questo film nel canto.
   Come sempre... staremo a vedere.

venerdì 11 luglio 2014

I CineEvergreen. Matrimonio all'italiana

" I figli non si pagano."


http://www.imdb.com/title/tt0058335/?ref_=ttmi_tt


Matrimonio all'italiana (1964)
Filumena Marturano (Sophia Loren)
Regia di Vittorio de Sica
Fonte citazione MyMovies

mercoledì 9 luglio 2014

Quando il cinema entra nella cultura. Autunno: i Musei Vaticani in 3D

   Visitare i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, ma non solo. Entrare nel cuore delle opere e goderle fino al midollo. Il film-evento dell'autunno giungerà in molte sale del mondo e la sofisticata magia del cinema si fonderà col fascino antico di capolavori che fanno la storia dell'arte.


   Telecamere 3D unite alla tecnica di dimensionalizzazione cinematografica (tanto per capirci, il fiore all'occhiello di Burton e Cameron), mostreranno due millenni di storia in una veste tanto rara quanto raffinata. Proiezioni uniche realizzate da una solida troupe di casa Nexo Digital e Sky Italia percorreranno i corridoi dei musei con riprese che entreranno nelle opere stesse. 
   Sfiorare la Pietà, o penetrare negli affreschi di Raffaello, osservare il Giudizio Universale da una prospettiva irripetibile, sono solo tra i momenti più emozionanti che l'evento promette. Il Direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci accompagnerà lo spettatore in questo viaggio culturale. 
Viaggio che si presume essere imperdibile sia per gli amanti dell'arte che per gli amanti di cinema. 

Sito ufficiale Musei Vaticani http://mv.vatican.va/

giovedì 3 luglio 2014

La donna più esplosiva delle teen comedies

http://www.imdb.com/title/tt0090305/?ref_=fn_al_tt_1
1985. “Weird Science”, La donna esplosiva di John Hughes è stata una delle commedie per ragazzi che merita di essere ricordata tra le più brillanti del decennio 80.
Hughes, noto più come writer che come director, ha firmato la sceneggiatura di pellicole tanto remunerative quali “Mamma ho perso ...” e “… riperso l'aereo”, e di lui ricordo un bellissimo saluto durante la cerimonia degli Oscar nel 2009 a seguito della sua scomparsa.
Lei, la allora bellissima Kelly LeBrock ha dato volto (e corpo) a Lisa, una giovane donna venuta dal ciber-spazio che sconvolge la vita dei due sfigatelli liceali. Loro erano Ilan Mitchell-Smith nei panni di Wyatt, e Anthony Michael Hall in quelli di Gary.
Nel cast anche un giovanissimo Robert Downey Jr. e Bill Paxton.
    Originale dai, quell'atmosfera da festa svampita, con la cucina blu tipo sala operatoria, i nonni ibernati in dispensa, il missile Pershing in camera da letto e la stanza del fratello maggiore in cui cade addirittura la neve. Non male quel tifare per i due goffi sbarbatelli che sognano di far parte del gruppo e che si trovano di colpo catapultati al centro dell'attenzione ... e anche troppo.
    Ritmo vivace per una commedia della quale si può conservare un simpatico ricordo e che, nei momenti di nostalgia da anni '80, si può sempre ritirar fuori.