lunedì 25 agosto 2014

L'azione? E' donna.

http://www.imdb.com/title/tt0074074/?ref_=ttfc_fc_tt    Tra le prime e più famose ci sono state Wonder Woman e gli angeli di Charlie
Cos'erano? Gli anni '70?
Oggi l'eroina è all'ordine del giorno e ammettiamolo... la cosa non ci dispiace affatto.


http://www.imdb.com/title/tt0073972/?ref_=ttfc_fc_tt Sono belle di solito (mitica Black Widow), sono leste (Beatrix Kiddo magari?) o anche solo semplicemente coraggiose (grande Ripley). Gli esempi sarebbero tanti e soprattutto recenti. Il cinema d'azione si sta popolando sempre più di volti al femminile, eroine che rompono lo schermo e nulla fanno mancare ad un action a pieno livello. Esempi caricati che rivisitano i modelli classici come le Charlie's Angels appunto, col trio Diaz, Barrymore e Liu, oppure, oh mamma!, mi vengono in mente ancora le più estremizzate Bitch Slap, che già il nome è stato tutto un programma.
Che dire per esempio delle combattenti da video game? Angelina è stata a lungo la Lara Croft che ha fatto il culo ad un po' di “cattivi”, o la Theron di ÆonFlux. Nella fantascienza, per dirne una, c'è stata la signora Trinity made in Matrix che ha smosso un bel po' d'azione. Per i ragazzi c'è l'attuale ghiandaia imitatrice Jennifer Lawrence, come nell'animazione (ma qui direi che il terreno è ancora più vasto e non tutto alla mia portata), c'è stata la signorina Ginormica.
Donnine cazzute presenti anche nel fantasy horror: e non posso non citare qui una delle mie lady preferite, signora Kate Beckinsale, che da vampira mi ha fatto esaltare. Potrei menzionare anche Catwoman-Berry o la Jessica Alba dei Fantastici 4 oppure Miss Silk Spectre II di Watchmen.
Di roba più seria per fortuna ce n'è e ce n'è stata. In Salt torna ancora Angelina che non è andata affatto male.
http://www.imdb.com/title/tt0402022/?ref_=ttfc_fc_tthttp://www.imdb.com/title/tt0327554/?ref_=ttfc_fc_tthttp://www.imdb.com/title/tt0320691/?ref_=ttfc_fc_tt

    E anche se solo da co-protagoniste ormai ci siamo piacevolmente abituati a volti femminili letali che, nel bene o nel male, accompagnano i protagonisti di actions semi buone: mi tornano in mente le ladies nel recente Total Recall o Edge of Tomorrow.
Che siano belle o con doti particolari, diciamo che la donna nell'azione ci sta come il cacio sui maccheroni. 
http://www.imdb.com/title/tt2872732/?ref_=ttqt_qt_tt
Aspettando le prossime pellicole sulle eroine d'eccellenza, e nello specifico, attendo il movie Marvel sulla Vedova Nera e Lucy by Besson (Scarlett in action!), resto a fare il tifo per le ladies dell'azione, con alte aspettative.
Come sempre... staremo a vedere.

lunedì 18 agosto 2014

L'arte di raccontare la guerra. Bigelow Vs Scott.

   Difficile gatta da pelare, anche solo da narrare, la guerra.
Innumerevoli pellicole di diverse epoche l'hanno raccontata in mille salse. Caccia a Ottobre rosso, Vittime di guerra, Salvate il soldato Ryan… solo alcune tra le pietre miliari del cinema “war”.
Pur non essendo il mio genere, non ho potuto non apprezzare film come Black Hawk Down o il più recente The Hurt Locker.

http://www.imdb.com/title/tt0887912/?ref_=ttqt_qt_tt
Ricordo di aver visto The Hurt Locker nei giorni seguenti la premiazione degli Oscar 2010. Come tanti probabilmente, ero incuriosita anche io da questo film pluri vincitore, che era stato definito “pellicola da uomo” fatta da una donna. Restai a guardarlo, attratta. Le premesse perchè il film mi potesse piacere c'erano tutte, soprattutto per Jeremy Renner, interprete che apprezzo.

http://www.imdb.com/title/tt0265086/?ref_=ttfc_fc_tt   Successivamente ho rivisto con altri occhi, ben diversi da quelli coi quali lo avevo guardato per la prima volta (annoiata e immatura), il docu-film Black Hawk Down. Capolavoro. Trasporto e sofferenza. Con una parola, empatia.
   Analizzarli entrambi sarebbe interessante ma non con le mie scarse capacità critiche. Posso solo azzardare la mia personale visione, che è quella di due pellicole legate da un minimo comune multiplo, la guerra, ma sfumate in versioni tanto varie da renderle così diverse. Nessuna pausa per lo spettatore, niente tregua per la missione di guerra in Black Hawk Down, un “documentario” che, oggi, considero forse il migliore del genere guerra-moderno. Attuale, tanto da poter essere stato fatto nel 2001 quanto ieri.
Allo stesso tempo affascinante e incomprensibile il soldato dal “cuore blindato”, che ha convinto decisamente la critica e ha regalato l'interpretazione di un ruolo non certo facile. Pur considerando magistrale in un genere tutto suo, il "bigelowiano" The Hurt Locker, ritengo però che Scott abbia fatto un capolavoro quasi dieci anni prima di lei.

domenica 10 agosto 2014

CineManu pit stop



Ciao a tutti e buone ferie,
a chi fa una sosta estiva e a chi continua e non si ferma mai...
A prestissimo,
Manuela

martedì 5 agosto 2014

I CineEvergreen. Blade Runner

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi, navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire.”

http://www.imdb.com/title/tt0083658/?ref_=ttmi_tt


Blade Runner (1982)
Roy Batty (Rutger Hauer)
Regia di Ridley Scott
Fonte citazione www.bladerunnerinfo.it