giovedì 11 giugno 2015

Ancora un "ciao" nel mondo del cinema ...

Ciao,
Christopher.

venerdì 5 giugno 2015

Qualcosa di visto: Chocolat (2000)

http://www.imdb.com/title/tt0241303/?ref_=ttfc_fc_tt   Quella voglia suggerita dalla visione di una pellicola ... come un innesto alla Inception, ma di semplice cioccolata.
Che siano praline, cacao in tazza o tartufini, Chocolat risveglia il palato e, a mio parere, è uno di quei film da tenere in archivio.  
Lasse Hallström dirige nel 2000 Juliette Binoche e Johnny Depp, accompagnati da un ottimo cast tra cui Alfred Molina, Judi Dench, Lena Olin e Carrie-Anne Moss. E scusate se è poco!
   Un mix di commedia, dramma e romantico, confezionano un film ben strutturato e piacevole. Un buon corpo non solo narrativo ma scenografico e fotografico. Personaggi supportati da realisticità genuina, dialoghi che fungono da solida base di appoggio, e una colonna sonora senza tempo, quella del Minor Swing e dei componimenti di Rachel Portman.
   Una pellicola che offre momenti diversi, dalla profonda riflessione alla ilarità. Che tratta il tema della diversità (razziale o morale), della solitudine, della ricerca eterna di qualcosa ... o di fuga.
Ci ritroviamo nei volti di alcuni personaggi, per quella loro fragilità oppure per la fermezza con la quale convivono, o per il modo in cui fingono di farlo. 
   E quando Alfred Molina distrugge la vetrina per difendere i suoi ideali e si lascia andare al piacevole contatto di una scheggia di cioccolato che gli si scioglie sulla lingua, bèh, siamo con lui. Ci arrendiamo alla golosità che va oltre il semplice piacere del palato, ci liberiamo dalle regole e prendiamo il volo. Un volo liberatorio.
Insomma, bella questa pellicola da recuperare che sa ancora accontentare un pubblico eterogeneo. 
   
PS. Consigliata una visione con una barretta di cioccolato in mano pronta per l'uso... Non si sa mai.